Chimica & oltre. Webmagazine di FEDERCHIMICA

logoMag

LE SEZIONILE SEZIONI

Torna a Web Magazine

Appello di GPL e metano al Motorshow

06 dic 2016

“Per lo sviluppo dei carburanti alternativi occorre fissare obiettivi comuni, ragionare in maniera sinergica e superare le visioni superficiali che ci mettono in contrapposizione”.
 
Lo ha dichiarato Francesco Franchi, Presidente di Assogasliquidi, l’Associazione di Federchimica che rappresenta a livello nazionale e internazionale le imprese del comparto della distribuzione dei gas liquefatti (GPL e GNL) per uso combustione e autotrazione.
 
Franchi è intervenuto nell’ambito del dibattito “Metano e GPL: l’ibrido che fa bene all’ambiente, perché rilanciare una eccellenza italiana”, al Motor show di Bologna e organizzato da Assogasliquidi, Assogasmetano e Federmetano.
 
“Occorre lavorare insieme anche alla luce dei dati di mercato: fino ad agosto 2015 le immatricolazioni di auto a metano, a GPL ed elettriche crescevano insieme. Nel 2014 le auto a GPL crescevano del 7,3%, quelle a metano del 6,3% e del 26% quelle elettriche. Tutte e tre le alimentazioni calano invece drasticamente nel periodo gennaio-ottobre 2016 (-18% quelle a GPL, -31% metano e -14% le elettriche), anche a causa del basso prezzo del petrolio”. 
 
“Per quanto riguarda l’Emilia - sede del Motorshow - nel 2015 si sono ridotte le conversioni a GPL (-15%), anche se sono cresciute le immatricolazioni (2%) e il parco circolante delle auto a GPL (3%), così come i distributori, oggi 451 (+9% sul 2014)”.
 
“Una situazione - ha spiegato Franchi - che si registra anche a livello europeo, dove aumentano le auto ad alimentazione alternativa (+5,7% gennaio-giugno 2016), ma con forti differenze per tipo di alimentazione: crescono auto elettriche e ibride, mentre diminuiscono di oltre il 20% quelle a gas, a causa soprattutto della contrazione delle vendite del mercato italiano, il più consistente delle auto alimentate a GPL e a metano”.
 
“In questo quadro, sarebbe poi ancor più deleterio, oltre che superficiale – ha proseguito Franchi -, fare scelte esclusive a favore di alcuni rispetto ad altri. Già oggi le auto elettriche godono di agevolazioni, come la forte riduzione del bollo auto, che se estese anche alle auto a gas, a livello nazionale, consentirebbero un forte slancio al mercato”.
 
Pertanto, a parere di Franchi, “le imprese interessate, insieme alle Istituzioni e anche alla luce della recente direttiva UE sui carburanti alternativi, devono mettere in campo le iniziative necessarie a sviluppare il mercato, contribuendo al miglioramento delle condizioni ambientali e alla diversificazione delle fonti energetiche nel nostro Paese e in ambito UE”.
 
Periodico on line di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
registrazione del Tribunale di Milano n. 243 del 17/04/08
Direttore: Claudio Benedetti
Editore: Federchimica
Sede Redazione: Via Giovanni Da Procida, 11 20149 Milano