Della casa


La chimica protegge le nostre abitazioni fin dal momento in cui vengono costruite. L’utilizzo dei prodotti chimici in edilizia, oltre ad avere effetti molto positivi sull’energia e l’ambiente (vedi sezione ambiente) dà ottime performance anche per la sicurezza degli edifici. Ci sono sistemi di copertura che, grazie ad una grande resistenza in condizioni atmosferiche critiche, consentono di fronteggiare venti fortissimi e uragani.
Plastica e cemento sono un perfetto connubio nella protezione degli edifici, che rendono le mura delle nostre case più sicure e resistenti.

 

Una casa sicura per i nostri bambini
La chimica è fondamentale per rendere la nostra casa più sicura, a partire dalla sicurezza dei bambini. Materiali come la plastica, le vernici protettive e il silicone sono determinanti.
Ecco alcune regole semplici per vivere in piena sicurezza:

  • Usa cancelletti di sicurezza per evitare che i bambini cadano dalle scale
  • Rivesti le prese elettriche della tua casa con le speciali coeprture in commercio, per evitare scosse

  • Ricopri gli angoli appuntiti dei tuoi mobile e gli spigoli in casa con speciali protezioni

Riscaldarsi e cucinare in sicurezza
Ci sono molte zone nel nostro Paese dove la rete del gas naturale non arriva, basta pensare alle case in montagna o al mare. Oppure un’intera regione come la Sardegna. Il GPL permette agli abitanti di queste zone di usufruire degli stessi servizi forniti dalla rete di gas naturale che serve le nostre grandi città, senza alcuna limitazione e in tutta sicurezza. Ci sono alcune zone dove si è potuto realizzare una rete di GPL, molto simile come struttura alla rete del gas naturale. Ma in genere il GPL è stoccato e distribuito in bombole o serbatoi, che sono sottoposti a rigidi controlli per certificarne la sicurezza. Infatti questo prodotto per sua natura può essere fonte di rischio, se non trattato in maniera adeguata. Per questo motivo l’obiettivo principale di Assogasliquidi, l’associazione delle aziende che producono e distribuiscono GPL, è quello di salvaguardare e divulgare la sicurezza. A tale scopo sono state lanciate numerose iniziative rivolte al grande pubblico per divulgare una cultura della sicurezza: il manuale “Sicuro Gas” e il “Decalogo della bombola di GPL” elaborati in collaborazione con i Vigili del Fuoco sono, ad esempio, due semplici strumenti che permettono di fornire le conoscenze necessarie ad interagire con questo prodotto in piena sicurezza. Inoltre l’associazione ha stipulato un accordo con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, in collaborazione con il Comitato Italiano Gas, che prevede la costituzione di una banca dati incidentale. Questa Banca Dati ha lo scopo di monitorare ed esaminare gli incidenti da gas, in tutta la sua filiera per studiarne le dinamiche e prevenirli.

Allo stesso modo, una sostanza chimica indispensabile per noi e per i paesi più poveri è certamente il cloro. Per il suo elevato potere battericida, il cloro è utilizzato in moltissimi ambienti: in casa, nelle piscine, nei ristoranti e negli ospedali. Qui derivati del cloro sono utilizzati per evitare il contagio tra paziente e paziente, tra paziente e personale medico, per rendere sicuri gli ambulatori, per disinfettare gli strumenti che vengono utilizzati, anche nei reparti di neonatologia. La potabilizzazione dell’acqua in Europa occidentale avviene per il 90% tramite clorazione. La clorazione è uno dei sistemi più efficaci per rendere l’acqua potabile perchè è in grado di distruggere la quasi totalità dei microrganismi nocivi: i Paesi che l’adottano sistematicamente hanno sconfitto malattie come colera, tifo, dissenteria, mentre si stima che l’80% delle epidemie che affliggono i Paesi in via di sviluppo sono causati dall’utilizzo di acqua non potabile.

Per saperne di più www.cloro.org