ChemMultimodal

ChemMultimodal_logo

Un partenariato internazionale attivo da dieci anni nell'ambito della programmazione Interreg-Central Europe, ha realizzato nel periodo giugno 2016–maggio 2019 il progetto ChemMultimodal, il cui obiettivo è stato promuovere il trasporto multimodale delle merci chimiche favorendo il passaggio dalla modalità interamente stradale a soluzioni che privilegiano il ricorso alla ferrovia e alle vie d’acqua.

Le azioni pilota sviluppate nel corso del progetto hanno coinvolto un totale di 58 imprese, provenienti dall‘industria chimica e da operatori della logistica e dei trasporti: grazie al loro  impegno è stato possibile realizzare uno spostamento modale di merci pari a 138 milioni di tkm.

Sulla base degli eccellenti risultati delle azioni pilota, che hanno dimostrato l’esistenza di una notevole potenzialità di crescita della multimodalità in ambito chimico, i partner hanno elaborato piani d’azione locali, condividendo la necessità di continuare a sostenere le iniziative di promozione del trasporto multimodale anche dopo la conclusione di ChemMultimodal.
Per quanto riguarda l’Italia, le attività di supporto informativo a tutti gli operatori interessati a integrare la multimodalità nei propri processi aziendali e le attività di divulgazione degli strumenti sviluppati sono affidate a Federchimica, partner progettuale attraverso la propria società di servizi SC Sviluppo Chimica S.p.A., e al Consorzio IBIS, co-gestore del Polo piemontese di Innovazione Green Chemistry and Advanced Materials, nonché partner associato della Provincia di Novara.

Attività di supporto 

II supporto offerto dalla rete italiana riguarda in particolare:
  • la diffusione delle informazioni di base circa le possibilità di trasporto multimodale;
  • l’organizzazione di workshop periodici per creare occasioni di incontro e confronto tra imprese chimiche, operatori logistici e gestori dei terminal merci;
  • l’analisi di casi aziendali specifici per verificare l’esistenza di un potenziale spostamento multimodale, in funzione dell’attuale organizzazione della logistica;
  • l’impegno a sostenere la diffusione della multimodalità, stimolando l’adozione di politiche e strategie adeguate e favorendo il ricorso ai fondi strutturali esistenti.

Gli strumenti a disposizione

Durante ChemMultimodal, i partner hanno testato e messo a disposizione dei soggetti interessati:
  • l’utilizzo di strumenti ICT che consente di avere un quadro sufficientemente dettagliato delle connessioni multimodali disponibili tra gli stabilimenti di produzione e la destinazione finale delle merci.
  • Il calcolatore della CO2, un semplice strumento di calcolo attraverso il quale è possibile disporre in tempo reale di una stima delle minori emissioni di CO2 che si possono realizzare attraverso il ricorso a soluzioni di trasporto multimodale (https://ifsl50.mb.uni-magdeburg.de/chemmultimodal/)

Incontri

Il Comitato Logistica di Federchimica si riunisce periodicamente per analizzare con le aziende associate le più recenti novità regolamentari e di mercato. In questa sede vengono discusse le prospettive di crescita della multimodalità e analizzate le nuove possibili soluzioni a disposizione.

Contatti

BELINGHIERI

Francesca Belinghieri

Telefono: 02 34565.253

Dove siamo

Delegazione di Bruxelles

1040 Bruxelles
1, Avenue de la Joyeuse Entrée, Bte 1