chimica-in-cifre

L'INDUSTRIA CHIMICA IN CIFRE

Dati e analisi per conoscere meglio l'industria chimica

L'obiettivo è rendere disponibili, in modo semplice, le informazioni necessarie per la comprensione delle problematiche dell'industria chimica, del suo ruolo e dei suoi trend evolutivi nel mondo e in Italia. Ogni sezione tratta un argomento specifico accompagnando al testo alcune tavole.

Opportunità dalla collaborazione con la ricerca pubblica

Circa il 13% delle imprese chimiche in Italia ha accordi di cooperazione formali con altri soggetti finalizzati a favorire processi d’innovazione, una quota inferiore alla media europea (29%). Ciò è dovuto, in parte, alla minore dimensione media delle imprese nazionali, ma anche allo scarso orientamento da parte del sistema italiano di ricerca pubblica nei confronti delle tematiche di interesse industriale.

Va sottolineato, tuttavia, che la chimica è tra i settori italiani con la quota più elevata di imprese che collaborano con Università e Istituti di Ricerca (l’8% contro il 3% della media industriale).

Affinché possa affermarsi un modello di innovazione aperta e di collaborazione pubblico-privato è necessario che le imprese migliorino la capacità di gestione di processi innovativi complessi con ritorni aleatori e dilatati nel tempo: essi richiedono un’attenta programmazione finanziaria e il controllo dei risultati in itinere, la gestione di team allargati, la messa a punto di progetti per accedere ai finanziamenti pubblici, il ricorso alla protezione brevettuale.

Dall’altra parte, la ricerca pubblica dovrebbe mostrare un atteggiamento proattivo volto alla collaborazione con le imprese e presidiare adeguatamente non solo la chimica di sintesi e i polimeri, ma anche quella delle formulazioni.

La componente organizzativa dell’attività di ricerca è un elemento di assoluta importanza per le imprese. Non a caso, le realtà dotate di un Responsabile della ricerca dedicato e con forti competenze manageriali sono più soddisfatte della collaborazione con la ricerca pubblica e ottengono più facilmente anche i finanziamenti. Simili figure, che contribuiscono a dare continuità e visione strategica all’attività di ricerca, sono tuttavia presenti in una quota ancora limitata delle PMI chimiche.


Diapositiva 5.8